Un Personal Trainer Piccante

Approfondisci

Non sono mai stato un gran fan della palestra e non mi piaceva frequentarla soprattutto quando era affollata, non sono un abitudinario dell’attività fisica ma avvolte per esigenze tocca frequentare.

Avevo iniziato da qualche mese un rigoso allenamento andavo in palestra tutte le mattine prima del lavoro ne approfittavo di quell’orario dove era meno frequentata.

L’unico piacere che avevo in palestra era quello di stare a guardare e bei sederi delle donne che allenavano in particolare della personal trainer Daniela, ed è grazie a lei, trovata su MassaggiStimolanti che ho incominciato ad andare proprio in quella palestra. Era una ragazza molto carina dai capelli castani, un corpo ben curato e atletico anche se era un po’ piccola di statura.

Mi passava accanto tutte le mattine mi salutava e mi sorrideva in un modo cosi intensamente che mi piaceva non era la classica ragazza che se la tirava era spontanea ed eccitante ma in un modo sano non era come Elena la moglie del mio capo che frequentavo spesso per delle magnifiche scopate lei era sempre succinta sempre tutta in tiro che sembrava una vamp.

Io e Elena eravamo amanti da ormai qualche anno, lei era sposata con il mio capo ma essendo quasi 15 anni più giovane di lui sessualmente parlando non era appagata, ciò che ci univa era la voglia di trasgredire a lei piaceva ritrovarsi in situazioni piccanti dove poteva godere io ero in grado di accontentarla.

Una sera dopo il lavoro sapendo che suo marito era fuori città la passo a trova lei era già assetata di sesso e l’accontentai subito, dopo la scopata rimaniamo a parlare un po’ e le racconto della ragazza della palestra finché a lei non venne l’idea di sedurla in due per trasgredire in tre mi eccitava molto il pensiero di scopare con due donne insieme cosi accettai.

Cosi una mattina Elena mi accompagno in palestra per il mio solito allenamento, si presentò più sexy che masi un top attillato che gli stringeva il seno tanto da stare su senza reggiseno, un mini-pantaloncino che non lasciava nulla all’immaginazione.

Entrati in palestra subito venimmo salutati da Daniela la trainer che dovevamo sedurre, iniziamo ad allenarci ma come il solito di Elena poco dopo si ferma perché è stanca approfittando del suo riposo va verso Daniele per cerare di prendere confidenza con lei io continuavo ad allenarmi mentre con la mente iniziavo a fantasticare eccitandomi.

Elena e Daniela iniziarono a parlare finché Elena inizio a chiedere consigli su come allenarsi bene, si spostarono verso uno attrezzo che allenava i glutei, dalla mia postazione mi stavo perdendo quella magnifica visuale di culi ma continuavo a fantasticare su come sarebbe finita quella sessione di allenamento mi eccitavo sempre di più tanto che dalla tuta mi si poteva notare un enorme erezione.

Soddisfatto del mio allenamento mi dirigo nello spogliatoio e lasciai quelle due sole, mi spogliai in piena libertà e mi infilai dentro la doccia, il mio membro era teso e tanto eccitato apri l’acqua e inizia a rilassarmi sotto il getto caldo, chiusi gli occhi per rilassarmi di più ad un tratto senti delle mani a me conosciute accarezzarmi apri gli occhi e vidi Elena completamente nuda in doccia con me mi sorrise e inizio a masturbarmi come sapeva fare solo lei era un movimento lento e intenso poco dopo continua di bocca lascia scivolare il mio membro giù nella sua gola mentre mi massaggia i testicoli in quel momento mi sentivo in estasi.

Non volevo credere hai miei occhi ci raggiunse anche qualcun altro nella doccia era Daniela la trainer sorrise maliziosamente era bella e vogliosa in quel momento mi sembrava di essere in una splendida scena di un film porno stavo scopando con due donne che erano al dir poco delle porcelline.

Uscimmo dalla doccia e iniziarono ad asciugarmi con le loro lingue era talmente preso che non sapevo da chi delle due iniziare, Daniela prese il posto di Elena e inizio a succhiarmelo per bene lo sapeva fare anche meglio di Elena.

Poco dopo decisi di prendere la situazione in mano iniziammo un 69 fatto a tre fu un qualcosa di esplosivo feci godere entrambe facendoli provare orgasmi multipli finché no venni anch’io nelle loro bocche.